blog-background.png

Gridstream® Connect: una piattaforma IoT per la rivoluzione industriale dell’energia

Peter Koller
By Peter Koller - 6-gen-2020 17.42.00

Landis+Gyr_GSC_2L'industria energetica si trova in una fase di disgregazione senza precedenti con la decarbonizzazione, il decentramento, la digitalizzazione e i 3D come fattori chiave. Noi di Landis+Gyr siamo entusiasti di prendere parte a questa trasformazione e di introdurre nuove tecnologie per gestire meglio l'energia.

Le utility e i fornitori di tecnologie devono innovare e rimanere al top del gioco per garantire flessibilità, resilienza e sicurezza nella distribuzione dell'energia. Il ritmo dello sviluppo tecnologico è più veloce che mai, consentendo nuove opportunità ma richiedendo, al contempo, maggiore flessibilità e scalabilità. Sebbene l'Europa sia una delle regioni AMI in più rapida crescita al mondo, essa risulta frammentata in termini di regolamentazione e di stato delle infrastrutture esistenti. Non c'è una soluzione adatta a tutti. Questa è una regione in cui le utenze, e anche i paesi, si trovano di fronte a diversi punti di partenza e strade.

Flessibilità, resilienza e sicurezza

Le soluzioni ai 3D, vale a dire consentire flessibilità, resilienza e sicurezza, hanno le proprie complessità. Se ci focalizziamo sulla flessibilità, per esempio, scopriamo che non si tratta solo di integrare energia proveniente da fonti diverse nella rete o di controllare l'equilibrio tra domanda e offerta. Si tratta di piattaforme aperte e interoperabili, hardware, software e applicazioni in evoluzione. Si tratta della capacità di adattarsi alle esigenze odierne e di anticipare e fornire soluzioni alle sfide che il futuro ci porrà.

Le utility che oggi colgono queste opportunità stanno costruendo l'infrastruttura intelligente per il futuro. Man mano che le utility si sfidano a dominare una rete sempre più dinamica, cresce la necessità di contatori intelligenti. Questi forniscono una maggiore trasparenza e controllo, nonché una vasta gamma di dati che consentono a nuovi casi d'uso, oltre ad AMI, di supportare l'efficienza della rete e l'impegno dei consumatori. 

Per gestire la trasformazione energetica, le utility devono considerare non solo le nuove tecnologie, ma anche i modelli operativi alternativi. Managed Services, ad esempio, forniscono competenze specifiche per gestire processi giornalieri selezionati, liberando al contempo le risorse delle utility per concentrarsi sul core business.

Adottare una mentalità improntata al “cosa viene dopo”

Le nostre sfide del settore sono significative, ma le soluzioni possono essere implementate (adattate alle specificità nazionali e regionali) e, cosa ancora più importante, possono cambiare con le esigenze dei servizi pubblici. Gli investimenti una tantum e l'attesa della fine della garanzia appartengono certamente al passato. Le utility che adottano una mentalità del “cosa viene dopo" risparmieranno nel lungo periodo. Con la nostra piattaforma ioT completa Gridstream® Connect, sfruttiamo l'intelligenza tra i sistemi di distribuzione fornendo alle utility una base per una moltitudine di nuovi servizi e modelli di business.

Gridstream® Connect porta il livello di intelligenza necessario nel posto giusto al momento giusto. Rafforza l'edge della rete, supporta più tecnologie di comunicazione e sfrutta i dati dei dispositivi intelligenti per consentire nuove applicazioni per l'efficienza delle operazioni di rete e il coinvolgimento dei consumatori finali. In particolar modo, il suo design flessibile lo rende un investimento a prova di futuro che può essere adattato e scalato per un mondo in continua evoluzione. Non vediamo l'ora di portare questi vantaggi a un maggior numero di nostri clienti in tutta l'area EMEA.

Articoli correlati